Servizi di backup, business continuity e disaster recovery: quale margine?

La pandemia Covid-19 in questi ultimi due anni ha accelerato un processo che esisteva anche prima del lockdown.

Il perimetro delle reti aziendali ha un confine sempre meno netto a causa dell'aumento del lavoro da remoto e l'utilizzo del cloud.

Ecco perchè, oggi, questo perimetro si fa fatica a identificarlo: i server possono essere on premise o in cloud (pubblici e privati), i clienti possono essere in ufficio, a casa o addirittura “in giro”.

Ma l'MSP che deve offrire protezione ai propri clienti, come fa se sia i dati sia chi lavora con essi possono essere ovunque?

Semplice: basta erogare servizi di BCDR direttamente nel cloud, senza passare per un backup locale, in modo da poter proteggere macchine e dati ovunque di trovino.

Ma…lo si fa sui server o sui client? A quanto si può vendere questo servizio? Quanto margine si può fare? E quali attività devono essere incluse? In quali scenari ha senso proporlo?

Per dare risposta a queste domande abbiamo organizzato un Webinar On Demand durante la quale abbiamo presentato dei numeri “veri” presi dal mercato attraverso un'indagine che abbiamo svolto con alcuni MSP che erogano servizi di backup, business continuity e disaster recovery con la soluzione Axcient x360Recover Direct-to-Cloud.

Compila la form qui accanto e guarda subito il Webinar On Demand!

Relatori

Panerai

Claudio Panerai, Chief Portfolio Officer di Achab

Guarda subito il Webinar On Demand