MSP Business Series: come aumentare i margini con l'RMM

L’aumento dei device da gestire, l’aumento della complessità delle reti e dell’informatica in generale ha reso evidente che il “vecchio” modo di fare assistenza vendendo le ore ha fatto un po’ il suo tempo.

L’introduzione sul mercato di strumenti di RMM (Remote Monitoring Management) ha accelerato il processo che vede come protagonista un modello di IT inteso come servizio, secondo il quale chi si occupa di IT deve lavorare di continuo, e non a chiamata, per garantire che i sistemi del cliente funzionino costantemente a dovere.

Per questo motivo il fornitore di servizi IT dev'essere pagato di continuo e quindi attraverso i cosiddetti canoni ricorrenti.

Se risulta evidente come uno strumento di RMM sia d'aiuto per gli MSP, forse lo è meno capire come rientrare dei costi (per quanto limitati essi siano) che è necessario sostenere.

Se nella tua testa “ronzano” domande del tipo:

  • quali servizi posso offrire se utilizzo un RMM?
  • Chi è il cliente adatto a cui proporre questi servizi?
  • Come posso ripagarmi la licenza annegandola nel canone ricorrente?
  • Che valore riesce a dare un RMM ad un MSP?

Ho la soluzione per te!

Abbiamo organizzato un webinar on demand per dar risposta a queste e tante altre domande.

Durante la sessione abbiamo presentato numeri veri presi dal mercato: abbiamo intervistato alcuni tuoi colleghi MSP che già erogano servizi IT grazie all'utilizzo di strumenti di RMM, abbiamo usato questi dati per chiarire ogni tuo dubbio.  

Se sei interessato a sapere "cosa fanno gli altri", compila la form qui accanto e guarda subito il Webinar On Demand! 

Relatori

Claudio Panerai

Claudio Panerai, Director of Portfolio di Achab

Guarda il Webinar On Demand