Le credenziali dei tuoi clienti sono in vendita nel dark web?

Nel 2022 c'è stato un boom di dati personali rubati: in Italia +44,1%. Solo nella prima metà del 2022 sono stati 780.000 gli alert relativi ai dati rilevati sul dark web e oltre 70.000 quelli sull'open.

Nella maggior parte dei casi si tratta di furto di credenziali che, una volta acquisite, vengono messe in vendita nel dark web per delle cifre ridicole che vanno dai 2 agli 8 dollari.

Inoltre, il 79% dei cyber incident moderni iniziano con il furto di credenziali, grazie alle quali i criminali possono avere accesso a dati personali, home banking, software aziendali, ecc.

E tu, sei sicuro che le credenziali dei tuoi clienti non si trovino nel dark web, a disposizione di qualche malintenzionato pronto ad attaccarli?

Con Dark Web ID puoi monitorare proattivamente le credenziali dei tuoi clienti nel dark web, prevenendo eventuali attacchi nei loro confronti e guadagnando autorevolezza per poter proporre loro servizi di sicurezza, grazie alla possibilità di generare dei report.

Abbiamo organizzato un webinar durante il quale abbiamo parlato del monitoraggio delle credenziali compromesse nel dark web. Durante il webinar imparerai:

  • perché un attacco moderno parte dalle credenziali e come si diffonde nell’azienda “vittima”;
  • quali sono i problemi legati alla gestione delle password moderne;
  • come monitorare sistematicamente le credenziali nel dark web.

Se vuoi saperne di più su Dark Web ID e i vantaggi che può portare a te e ai tuoi clienti, compila la form e iscriviti al Webinar On Demand dedicato!

Relatori

Claudio Panerai

Claudio Panerai, Director of Portfolio di Achab

Iscriviti al Webinar On Demand